Mi sa millanni

Mi sa millanni
Poesie in orbetellano
Sono inciampato nelle poesie in orbetellano di Gianni Ferrini nel 1995, effequ muoveva i primi passi, lui stava mettendo in scena insieme alla sua compagnia uno spettacolo musicale, Sulla piazza un quaderno a righe. Ne nacque un piccolo libro che intitolammo Fuori dal coro. Ero affascinato, e lo sono ancora, da due cose soprattutto di quelle poesie, la rabbia e la tenerezza che riuscivano a convivere e ad agitarsi con la stessa forza negli stessi versi. Nel frattempo le poesie di Gianni sono aumentate, ho potute leggere anche le nuove, sono molto intense, belle, anche loro rabbiose e tenere allo stesso tempo, e una mattina gli ho chiesto se potevo pubblicare pure queste sue seconde figlie. Che si portano anche un altro pregio dentro, il fatto che sono scritte in orbetellano, lingua che non ho mai incontrato in un libro. Un motivo in più per stamparle. Con alcune accortezze grafiche che vi dico: i verbi all’infinito tronchi, per evitare che ci fossero troppi apostrofi, sono stati accentati (mangià e non mangia’), per lo stesso motivo non è stato messo l’apostrofo davanti a na, nel senso di una, e a sto e sta, nel senso di questo e questa. Buona lettura.
[Fernando Quatraro]
Pagine 96
Prezzo 6 €

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: