“Volevo un fante di cuori” teorizza l’esistenza di un gene dell’abbandono | Adnkronos

Roma, 24 ott. (Adnkronos) – Esiste il gene dell’abbandono, ovvero la predisposizione a essere lasciate dal proprio partner. Parte da questa ineluttabile constatazione il romanzo d’esordio di Fulvia Perillo «Volevo un fante di cuori – Fisiopatologia della donna abbandonata» (Editrice Effequ, pp.186, euro 12). E Claudia, la protagonista del racconto ne è convinta, al punto da stilare una casistica degli uomini tipo: il ‘fedele’, il ‘contemporaneo occasionale’, o il ‘sequenziale alternante’, e ‘l’infedele sostanziale’. Tutto il romanzo è dunque attraversato dalla distillazione di un’aneddotica da saga familiare tutta al femminile, ed è ripercorrendo le tracce di zie e nonne che si ricostruiscono i ricordi di mitici abbandoni. L’autrice addita con perizia scientifica i segni della fatale inclinazione, il manifestarsi dei sintomi attraverso le generazioni è un chiaro indice di predisposizione genetica. Se si fa parte di una famiglia con il gene dell’abbandono, si è destinate a quello. Magari capita qualcuno come lo zio Augusto poi che «pur non avendo mai lasciato nessuna (e di questo ancora si vanta), ha praticato una particolare forma di fedeltà, quella parallela: la moglie e la fidanzata», ma la sostanza non cambia. Fòlgore, Argentina, Flora, Carlotta, Domenica, Rosa Tea, perfino l’elegante ‘zio Bert’, tutte hanno seguito quella sorte, non esclusa Claudia stessa. Non sempre, però, l’abbandono è negativo: «Quando si è nati sul trionfo di Sanremo e si vive dentro una canzone e poi un’altra, non è così difficile superare le crisi». Così da Claudio Villa a Modugno, da Nada a Caterina Caselli, fino a Mina, Fred Bongusto e Lucio Battisti, i più noti cantanti italiani diventano co-protagonisti di questa saga familiare, con tante donne abbandonate che piangono e muoiono, ma che riescono anche a ridere e cantare.
«Metodi preventivi? Ve ne sono, certo, ma è un pò come il vaccino dell’influenza: a volte funziona, a volte no, perchè il virus è mutante», scrive l’autrice che nella vita è medico, filosofa e politica.
.
(Red-Ife/Opr/Adnkronos) 24-OTT-10 18:34 NNN
Annunci
Comments
One Response to ““Volevo un fante di cuori” teorizza l’esistenza di un gene dell’abbandono | Adnkronos
  1. dst ha detto:

    You will want to check the FSBO sections in these resources daily.
    Because of the fact that Dubai is held as a global city, it is expanding on a
    large scale, attracting more and more people as it always fling its doors opens for new entrants.
    One will expect a positive outcome when engaging in South East PA Real Estate Investing.
    Working with these companies will give you knowledge of the field of real
    estate and you. In terms of time, negotiation may seem like a small part of an extensive process, but the rewards resulting from negotiation can be quite financially
    rewarding. This topic has been one of heated debate for
    quite some time now. We are not realtors or associated with any real estate agency.
    The Investing book intends to not only provide advice on investments for beginners,
    but also aims to offer fresh ideas for experienced investors.
    Duncan is also offering readers a complimentary copy of his
    software at. In most situations, the commercial tenant will be asked to
    sign a “triple net” lease, which requires the tenant to reimburse landlord for CAM,
    real estate taxes, and landlord’s insurance.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: