Dal 15 ottobre le notizie torneranno a correre, di mar in mar, di Torre in Torre…

Esce il 15 ottobre Dalla torre del Giglio alla torre di Pisa Come correvano le notizie
il Saggio pop di Bruno Begnotti sulla sorprendente rapidità delle comunicazioni in epoca preindustriale

 

Come viaggiavano le notizie prima dell’Ottocento? Molto molto più velocemente di quello che si possa credere. Con Dalla torre del Giglio alla torre di Pisail nuovo Saggio Pop di effequ – Bruno Begnotti ci mostra come la comunicazione di informazioni sensibili in era preindustriale (il focus del testo approfondisce in particolare il periodo tra ‘400 e ‘700) fosse molto più avanzata rapida ed articolata di quanto non siamo oggi portati a credere. Se, per esempio, delle navi di pirati turchi risalivano il Tirreno minacciando le coste della Toscana succedeva questo: il sistema fortificato di torri costiere era subito messo in allarme a partire dall’Isola del Giglio, avamposto meridionale, e il segnale iniziava un rapidissimo percorso attraverso l’Arcipelago toscano e i confini dei diversi piccoli Stati, riuscendo a raggiungere Pisa in poco più di un’ora (Giglio-Uccellina-Castiglione della Pescaia-Le Rocchette-Punta Ala-Piombino-San Vincenzo-Lemarse-Vada-Castiglioncello-Montenero-Livorno-Bocca d’Arno-Pisa). Per usare le parole dell’autore infatti “Lenta e aleatoria era, soprattutto, la comunicazione scritta […] Senza ostacoli erano invece le comunicazioni via etere, usate abitualmente per difendere le coste con messaggi brevi e urgenti: per avvertire gli amici di pericoli in arrivo, per richiesta di aiuto, per dissuadere qualche nemico velleitario, segnali convenzionali assai semplici, ma molto molto efficaci”. Com’era possibile – ci si può domandare – visto che ai giorni nostri una lettera, per posta, impiega due giorni per percorrere lo stesso tratto? Semplice: con segnali di fuoco e di fumo, colpi di cannone, rintocchi di campane, piccioni viaggiatori… “L’argomento di questo libro – come ci dice l’autore – è la comunicazione: insopprimibile bisogno degli uomini di essere in relazione tra loro per scambiarsi notizie e idee, per amore di conoscenza, per mutua assistenza, e anche, talvolta, per necessità di legittima difesa”.

L’autore: Architetto, disegnatore, docente di Scenografia, ricercatore, vignettista col nome di Bruno del Basco, Bruno Begnotti ha collaborato fin dagli anni Cinquanta del secolo scorso con decine di quotidiani e riviste italiani, dando anche alle stampe numerosi saggi di carattere storico.

La collana: I Saggi pop sono volumi tascabili, leggeri nella forma e nel contenuto, ma che non rinunciano alla sostanza, mai banali o superficiali, testi che aiutano a riflettere e offrono risposte immediate, pratiche, curiose sulla storia, il costume e la società. Un’attenzione alla leggerezza, che si riflette anche sul portafogli. Non costeranno mai più di dieci euro.

Dalla torre del Giglio alla torre di Pisa Come correvano le notizie di Bruno Begnotti, Effequ, pp.128, euro 7.50

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: