Con gli occhi di Amalia – Dalla seconda presentazione

Il giorno 16 Aprile 2010, alle ore 17,00, nell’atrio del bellissimo Palazzo Fieschi, in Via Sestri 34 – Genova, si è svolto il secondo incontro tra Sabrina Zollo, autrice di Con gli occhi di Amalia, e i lettori. Nonostante un tempo inclemente e i potenti tuoni che per tutto il pomeriggio hanno fatto temere un violento temporale, in molti si sono comunque presentati all’appuntamento.

Ha dato il via alla manifestazione la signora Irene Lo Caputo, musicista e imprenditrice, che ha ringraziato coloro che hanno consentito l’incontro: il presidente del municipio Stefano Bernini, gli  Assessori Isabella Russo e Annibale Santagata, nonché, presente in sala, il vice presidente alla commissione cultura Penzo Gabriele.

Ha preso così la parola l’autrice, Sabrina Zollo, la quale si è presentata e ha parlato inizialmente dell’importanza che molto spesso riveste all’interno di una famiglia, il rapporto con un animale da compagnia. Ha così introdotto la figura di Carlo, uno dei personaggi principali del suo libro, spiegandone la personalità e la psiche che lo caratterizzano.

E’ intervenuta Irene Lo caputo, che ha sottolineato l’importanza della presenza di un animale da compagnia in ogni casa, e ha poi dato la parola a Valeria, per la la lettura dell’incontro tra la gatta Amalia e la bimba disabile Francesca. E’ seguita una profonda analisi da parte di Irene Lo Caputo sulle modalità dell’incontro e l’importanza dello stesso nella vita della bambina.

Si è poi passati all’analisi del personaggio di Beatrice con riflessioni varie sul concetto di comunicazione in tutte le sue forme, e, coadiuvate da una successiva lettura da parte di Valeria di un pezzo del romanzo significativo a tale scopo, Irene Lo Caputo ha chiesto all’autrice di parlare del concetto di “normalità” nella nostra società.

Ha poi preso la parola Penzo Gabriele, vicepresidente alla commissione cultura, il quale, avendo precedentemente letto il libro “Con gli occhi di Amalia”, si è complimentato con l’autrice e ha parlato del ruolo delle istituzioni, sanitarie e scolastiche, nei confronti della disabilità.

Sono infine intervenute Serena Steardo e Martina Venezia, in rappresentanza dei volontari del canile Monte Contessa di Genova e della direttrice dello stesso, signora Clara Bongiorno. Le giovani volontarie hanno ringraziato l’autrice per la decisione di devolvere alla struttura il 50% dei diritti d’autore.

Al termine tutti i convenuti si sono fermati a lungo per il buffet.

Il prossimo appuntamento sarà per sabato 15 maggio alle ore 17,00, presso la libreria Mastro Libraio, in Via Gioacchino Rossini, 48 – Rivarolo – Genova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: