Lettera aperta di Gianni Ferrini alla effequ

23.06.09
Dopo la presentazione delle su’ poesie in orbetellano
Caro Fernando, Il 14 giugno scorso c’è stato ‘ndepistaggio. La piazzetta spagnola battezza Mi sa millanni col sottofondo de’ calcinelli che friggono e di Enzo che canta. I verzi volono, le facce so’ attente anche le zanzare stanne bone. A la fine de la tu dedica all’ancorotto abbandonato, tra applausi e facce approvanti, du neghellesi si alzono uno pe’ volta mezz’accucciati empo’ da soliti ignoti. Ci guardono come pe dicci “scusate venimo subito”, poi un ticche come ‘ncenno e spariscono. Uno c’ha na tasca gonfia. M’è sembrato di sentì come ‘nciuffe dentro ‘llago. Era ‘nciuffe ‘nmezzo a na palla di mazzoncelli e di du spigole a caccia. ‘L giorno dopo tre cefali co’ na trentina di patate si so’ sposati, due a Neghelli e uno in via Gioberti. Un abbraccio a te e famiglia, Gianni.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: